Pubblicita' Logo Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina
Logo
Ciao!
Stai consultando il vecchio portale dei quartieri, dove sono archiviati i contenuti storici. Non potrai modificare rispondere o inviare nuove notizie qui, per farlo devi andare sull'attuale sito all'indirizzo
https://www.q4q5.it
Sei in: Commenti alle notizie >> Mi vergogno di essere italianoRegistrati per inviare messaggi

Feed RSS
Autore Discussione
Freddy
Inviato il: 26/3/2012 20:26
Direttore
Registrato: 25/7/2005
Da: Latina
Messaggi: 2542
Mi vergogno di essere italiano
Commenti alla notizia: Mi vergogno di essere italiano
[Entra]
Freddy
Inviato il: 26/3/2012 20:57
Direttore
Registrato: 25/7/2005
Da: Latina
Messaggi: 2542
Re: Mi vergogno di essere italiano

Immagino che la città in questione sia Latina....

in ogni caso vorrei esprimere la mia piena solidarietà al malcapitato perchè almeno non si senta solo...

siamo in tanti a vergognarci della nostra città e della nostra italietta, quando accadono queste cose

Freddy




----------------
Nel mondo ci sono tre categorie di persone: utili, inutili e dannose. Ognuno è libero di scegliere !

[Entra]
RobyG
Inviato il: 27/3/2012 8:40
Registrato: 25/11/2005
Da:
Messaggi: 25
Re: Mi vergogno di essere italiano

Mah, riportare una storia così, sia su un giornale che sul sito mi sembra un po' "sfascista".

Il messaggio "forte" che rimane per gli scontenti è "NON andate a votare tanto non cambia nulla!".

Allora facciamo decidere solo quelli che hanno qualche interesse personale, gli altri, quelli che vorrebbero(?) un cambiamento possono pure lasciarsi precipitare nel baratro del menefreghismo...

Io, mi vergogno di certi italiani...




----------------
RobyG

"Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi." (A. Einstein)

[Entra]
massimo74
Inviato il: 27/3/2012 8:59
Registrato: 21/1/2007
Da: Latina
Messaggi: 509
Re: Mi vergogno di essere italiano

Ritenendo la considerazione di RobyG alquanto generica e superficiale e che non fa altro che riproporre la strasviscerata questione della convenienza di andare a votare o meno, io mi unisco invece all'accorato sfogo di salvatore, del quale per altro mi sento partecipe, che evidenzia quello che molti addetti del settore pensano e che a mio avviso rappresenta purtroppo la dura realtà.

E cioè che la legge, e in special modo quella italiana, in genere tutela i furbi, i farabutti e i malfattori, difficilmente gli onesti.

Ad aggravare suddetta situazione si deve aggiungere che la prima categoria, al contrario della seconda, vivendo quotidianamente di espedienti, sa anche bene come agire per soggiogare le stesse leggi qualora nella circostanza specifica sembrano non tutelarli a sufficienza.

L’insegnamento che personalmente ho tratto osservando la realtà delle cose è questa. Cercare sempre di evitare, per quanto possibile ed eccetto particolari casi di gravità, di mettersi contro un malvivente sul piano della giustizia. La maggior parte delle volte si perde miseramente.

 

Massimo de Simone



[Entra]
Salvatore
Inviato il: 27/3/2012 10:15
Staff
Registrato: 25/11/2005
Da: Q4
Messaggi: 4672
Re: Mi vergogno di essere italiano

L'autore della lettera conclude con l'affermazione categorica che non adrà più a votare! Ma non riduciamo a questo la sua lettera; il punto non è se andare a votare o meno, il punto è che un cittadino per bene è stato vittima di una prepotenza, che ha chiesto aiuto alle Istituzioni e che le Istituzioni sono state ancora una volta latitanti. E qui non stiamo parlando di politici che possiamo "punire" non andando a votare (ammesso che non andare a votare serva a qualcosa), qui stiamo parlando delle Forze dell'ordine a cui uno si rivolge in caso di bisogno e che già da come ti rispondono al telefono ti fanno passare la voglia di essere cittadino italiano. Questo mi pare sia il vero senso di questa lettera, senso che mi pare sia stato colto molto bene nell'articolo di pag. 8.

Salvatore


Allegato: latinaoggi_2012_03_26.pdf




----------------
"Integrity is doing the right thing, even if nobody is watching."

[Entra]
RobyG
Inviato il: 27/3/2012 13:01
Registrato: 25/11/2005
Da:
Messaggi: 25
Re: Mi vergogno di essere italiano

Ecco, l'articolo rimette le cose a posto, e condivido quanto vi è scritto.

Io avevo creduto che fosse stata pubblicata semplicemente la lettera.

A questo punto qualcuno dovrebbe chiedere conto alle forze dell'ordine di quanto accaduto, come minimo un giornalista che ponga delle domande, chieda dei commenti a qualche rappresentante delle istituzioni.

 




----------------
RobyG

"Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi." (A. Einstein)

[Entra]
marcello
Inviato il: 29/3/2012 20:01
Registrato: 4/5/2009
Da:
Messaggi: 128
Re: Mi vergogno di essere italiano
E' una lettera che và in due direzioni: la prima sono le Forze dell'ordine, e l'altra è la politica. Un italiano normale dovrebbe denunciare tali prepotenze subite. Ora per un attimo mettiamo da parte la volontà di un cittadino che non vuol recarsi in Questura per far la denuncia, probabilmente, per paura di quelle persone che gli hanno arrecato danno sono già segnalate. Non è questo il problema. E allora sono stati inutili gli inviti delle Forze dell'Ordine, del Questore, del Prefetto, della politica, quello di denunciare alle sedi opportune. A leggere certe cose mi fan venire la rabbia, in certi casi, da italiano, mi vergogno degli italiani quando ragionano in questo modo: chi io?! io.. nooooo, non posso, no, non posso farlo... evvai, intanto l'ortica s'aiuta a salire. :(

[Entra]
Salvatore
Inviato il: 30/3/2012 13:03
Staff
Registrato: 25/11/2005
Da: Q4
Messaggi: 4672
Re: Mi vergogno di essere italiano

Ai cittadini si può chiedere di essere persone civili e di rispetare la legge, ma non si può chiedere loro di fare gli eroi, specie mentre le istituzioni fanno il sudoku.

Salvatore




----------------
"Integrity is doing the right thing, even if nobody is watching."

[Entra]
Registrati per inviare messaggi
 

< Ritorna alla home page del portale

Stampa Versione Stampabile (Stampa)

Contatore :: Valid XHTML 1.0 Transitional :: Valid CSS 1.2